Meditazione: la Via dell’unione con Amore

Meditazione: la Via dell’unione con Amore

Meditazione: la Via dell’unione con Amore

La Meditazione a cosa serve? Come si medita?

Chi non conosce il sentiero, non può conoscere la Meditazione, mentre la conosce chi percorre la Via.

La Mente forse ha due facce, una che si presenta come parte attiva, volitiva che vuole, che scalpita, che si vuole esibire, vuole apparire. Questa si presenta con il pensiero logico, affermativo e considera la realtà qualcosa di oggettivo esterno ad essa. Sempre pronta a criticare, giudicare e competere per poter vincere a qualsiasi costo.

L’altra faccia invece non si presenta ma è, anche se spesso non si riesce ad ascoltare in quanto non fa rumore come la prima e risulta silenziosa e non ambiziosa. Questa non ha brama di potere in quanto è potere, non usa la competitività ma la creatività. Se riesci ad entrare in contatto con essa ti accorgi che hai tutto e ti senti pieno, soddisfatto e gioioso.

La comprensione di questa parte avviene attraverso la pratica diretta e l’azione, in quanto non appartiene alla via della logica e della razionalità, anche se contiene tale aspetto. Voglio farti un esempio: il nostro organismo funziona in maniera perfetta e le celluce agiscono e si riproducono in maniera intelligente. Infatti quando ti fai un taglio ad un dito ed inizia a fuoriusicere sangue, subito si attivano le cellule bianche per arrestare il sangue.

Quindi il funzionamento dell’organismo avviene attraverso una modalità intelligente.

Allora se vuoi accedere alla Mente silenziosa ed attiva, hai bisogno di:

un posto tranquillo dove poterti dedicare a te stesso nel silenzio

coltivare il silenzio interiore attraverso la focalizzazione sul respiro

osservazione ed attenzione dei propri pensieri, emozioni e sensazione

una giusta dose di continuità e tenacia

Questi sono i 4 pilastri fondamentali della Meditazione, i quali non possono essere applicati senza una guida inziale che ti introduca all’esperienza atraverso informazioni e pratica diretta.

Inoltre durante il progredire della pratica ti viene anche indicato come far fronte alle difficoltà che nascono dalla Mente egoica, la quale si contrappone alla Mente silenziosa.

Riconoscere la propria modalità attraverso la quale l’Ego si presenta, significa rendersi consapevole dei propri inganni ed autosabotaggi. Questo aiuta molto nella pratica della Meditazione.

A presto

About admin

Comments

comments

Page with Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *